Concerto finale del premio Augusto

Esplora

27/07/2018 - Concerto finale del premio Augusto

Comune di Novellara e Associazione ARCI Reggio Emilia indicono il concorso Premio Augusto Daolio, rivolto a solisti e gruppi musicali emergenti.

Il concorso intende stimolare e promuovere l’attività di giovani musicisti che si dedicano alla composizione e all’interpretazione di canzoni proprie, originali e inedite con testi in qualsiasi lingua.

Vincitore del concorso risulterà quel solista o quel gruppo concorrente che avrà proposto la migliore canzone originale e inedita. Verrà premiato inoltre il concorrente che avrà eseguito il miglior live set della finale. La partecipazione al Premio Augusto Daolio è riservata a solisti o gruppi musicali liberi da contratto discografico o editoriale in corso, residenti in Emilia-Romagna (almeno un componente deve risultare residente in Emilia-Romagna) con la sola eccezione della confinante provincia di Mantova.

Nei dintorni

piazza unita italia novellara

Piazza Unità d'Italia


Ampio spazio rettangolare, perimetrato da portici rinascimentali e definito a ovest dall’imponente architettura della parrocchiale, o collegiata di S. Stefano, la piazza è il cuore della vita del paese, punteggiata da botteghe storiche e teatro di feste e mercati. La variopinta decorazione del fronte delle case riprende il progetto originario di Lelio Orsi; la disposizione centrale di aiuole, dissonante con l’aspetto cinquecentesco dell’insieme, è invece coeva alla posa del monumento ai Caduti di Giuseppe Graziosi (1925).

teatro della rocca franco tagliavini

Teatro della Rocca Franco Tagliavini


Si da per certa l’esistenza di un’antica sala per le commedie presso la corte dei signori di Novellara fin dalla seconda metà del Cinquecento. In una lettera indirizzata al conte Alfonso I Gonzaga nel 1567 si dice che la ‘scena’ è quasi compiuta e Lelio [Orsi] potrà cominciare a dipingerla. Il 28 gennaio 1568, in occasione delle feste per le nozze del Gonzaga sopra citato, questa sala sarebbe stata inaugurata con una rappresentazione mentre i bellissimi apparati scenici sarebbero stati opera per l’appunto di Lelio Orsi.