Personaggi famosi

  • 1 Giorno
Conosci

Personaggi famosi

Le nostre terre sono ricche di cultura e hanno dato i natali a diversi personaggi famosi.  

Consigliamo di partire da Luzzara, il comune più a nord della nostra Unione. Qui è nato Cesare Zavattini, uno dei più importanti rappresentanti del neorealismo italiano. Lui ha ideato il Museo Naives, fondato infine nel 1967. Temporaneamente chiuso a causa del terremoto, vedrà presto la sua riapertura a seguito dei lavori di ristrutturazione di alcuni edifici storici del centro. È possibile vedere alcune opere e visitare una sala a lui dedicata presso il Centro Culturale Zavattini.

Proseguendo il viaggio ci sposteremo a Gualtieri, patria del pittore naives Antonio Ligabue, qui potrete trovare molte iniziative legate a lui come il Museo Antonio Ligabue o la sua casa museo. Nel museo l'esposizione permanente comprende 37 opere rappresentative di tutto il ciclo pittorico dell'artista e delle diverse tecniche: 28 oli, 3 disegni, 2 incisioni e 4 sculture del grande artista gualtierese. E' inoltre presente una parte documentaria comprendente tra l'altro 3 lettere della madre e la cartella clinica dei ricoveri nel Manicomio San Lazzaro.

Continuando il viaggio nelle nostre terre, Brescello è sicuramente il paese più famoso e conosciuto anche come il paese di Peppone e don Camillo. Proprio qui Giovannino Guareschi ambientò i suoi romanzi che raccontano delle scaramucce tra il sindaco e il parroco del posto. Qui potrete visitare i due musei dedicati ai due protagonisti dei racconti e all’autore. Nel Museo di Peppone e Don Camillo è possibile osservare dalle locandine originali dei film, alle fotografie in bianco e nero, agli oggetti dei set cinematografici... Gli ambienti contengono numerosi cimeli legati alle riprese della serie tra cui: la moto di Peppone, l’abito talare di Don Camillo, le biciclette dei protagonisti usate nella scena finale del terzo film, il sidecar e il proiettore con cui venne mostrato il primo film (“Don Camillo”, regia di Julien Duviver, 1952) al “Cinema Verdi” di Brescello, in prima mondiale assoluta. In più nella piazza principale del paese (Piazza Matteotti) potrete ammirare le due statue di bronzo raffiguranti i due personaggi, che si "salutano" da una parte all'altra della piazza (quella di don Camillo nella parte della chiesa; quella di Peppone davanti al municipio).

Infine spostandoci nell'entroterra arriviamo a Novellara. Paese natale di Augusto Daolio, del leader e co-fondatore del gruppo musicale dei Nomani. Nato e cresciuto qui, ora riposa nel cimitero comunale del paese. Potrete andare a visitare la sua tomba facilmente riconoscibile perchè contornata di oggetti, disegni, fiori, una specie di mausoleo pop-art grazie all’incredibile devozione dei fans che continuano ad arrivare da tutta Italia e che lasciano un segno, un pensiero, un oggettino, qualsiasi cosa pur di testimoniare in modo tangibile la devozione per il grande fratello maggiore Augusto. Sulla pietra tombale c’è di tutto: puffi, cartine, accendini, anelli. Ci sono due aironi in metallo per ricordare l’impegno di Augusto in favore degli uccelli che lì vicino avevano deciso di stabilirsi (e oggi grazie a lui vivono indisturbati in una bellissima riserva ecologica), un pallone, disegni, fotografie, un bonsai. 

Tappe dell'itinerario