Monastero di San Benedetto

Conosci

Monastero di San Benedetto

A seguito di un lascito della Duchessa Eleonora d'Este, nella seconda metà del 400, le monache benedettine di clausura divennero proprietarie del Monastero, la loro presenza durò fino all'avvento della Repubblica Cisalpina, poi nel 1758 l'ordine religioso fu soppresso. 

Oggi, completamente ristrutturato, è adibito a Centro Culturale comunale, ospita il Museo di "Peppone e Don Camillo" e il “Museo Archeologico”, la Biblioteca, il Centro Sociale “Auser”, la Sala del Consiglio Comunale, la Sala civica "Prampolini/Mingori” (dedicate allo storico incontro tra il socialista e cooperatore reggiano Camillo Prampolini e Pompeo Mingori di Brescello) e la Sala Civica “Carlo Zatti", illustre pittore e sindaco brescellese della fine dell’Ottocento, nonché gli uffici della locale Polizia Municipale.

GALLERIA

Nei dintorni