Tomba di Augusto Daolio (Cimitero comunale)

Tomba di Augusto Daolio (Cimitero comunale)

All’interno del cimitero cittadino si trova la tomba di Augusto Daolio, il cantante dei Nomadi scomparso dopo una breve fulminante malattia nell’ottobre del 1992.

 La tomba è contornata di oggetti, disegni, lapidi, fiori, una specie di mausoleo pop-art grazie all’incredibile devozione dei fans che continuano ad arrivare da tutta Italia e che lasciano un segno, un pensiero, un oggettino, qualsiasi cosa pur di testimoniare in modo tangibile la devozione per il grande fratello maggiore Augusto. Sulla pietra tombale c’è di tutto: puffi, cartine, accendini, anelli. Ci sono due aironi in metallo per ricordare l’impegno di Augusto in favore degli uccelli che lì vicino avevano deciso di stabilirsi (e oggi grazie a lui vivono indisturbati in una bellissima riserva ecologica), un pallone, disegni, fotografie, un bonsai. Su un pezzo di legno “scolpito dalle acque del Po” il Fan Club di Carmagnola ha inciso la frase “Il fiume riporta quello che trova”.

Nei dintorni