inDIALOGO CON la FOTOGRAFIA

Learn

20/01/2024 - inDIALOGO CON la FOTOGRAFIA

Sabato 20 gennaio 2024
Centro Culturale Zavattini, ore 17.30

Incontro con 
SILVIA CAMPORESI
presentazione del libro
Mirabilia
Corraini Edizioni

Con la serie Mirabilia Silvia Camporesi compie un viaggio alla ricerca di luoghi speciali, meraviglie della natura, musei insoliti. Il suo interesse per tutto ciò che può essere definito irregolare e non canonico la porta a intraprendere un percorso unico, sia per la bellezza di questi luoghi – per la maggior parte fuori dalle classiche rotte turistiche, tendenzialmente non semplici da raggiungere, poco frequentati – che per le particolari suggestioni che propongono. Se tesori come San Galgano o Villa Adriana a Tivoli possono esserci noti, pochissimi avranno sentito parlare del Museo Agostinelli di Dragona, del tempio ipogeo dei Damanhur o del Parco di Villa Rossi a Santorso.

Guidati dallo sguardo dell’autrice attraversiamo un’Italia che sembra fuori dal tempo, un paese di una “bellezza estraniante”, dove ogni fotografia genera meraviglia e funziona come un’apertura su un paesaggio interiore, portando con sé un senso di spaesamento e inquietudine.
Arricchiscono il libro i testi di Franco Arminio, Maria Vittoria Baravelli e un dialogo tra Silvia Camporesi e Cesare Pomarici.

Silvia Camporesi (Forlì, 1973), laureata in filosofia, attraverso i linguaggi della fotografia e del video costruisce racconti che traggono spunto dal mito, dalla letteratura, dalle religioni e dalla vita reale. Negli ultimi anni la sua ricerca è dedicata al paesaggio italiano.

 

GALLERY

Nearby

foto n 2 emergenza n 35 Chiesa Parrocchiale di San Giorgio2

Parish Church of San Giorgio


It was probably built at the end of the 11th century, in Romanesque style, and renovated several times. It was rebuilt from 1676 in Baroque style - except for the apse, which is still Romanesque. In 2000, crypt excavations led to several findings, such as capitals, columns and frescoes from the original Romanesque building and shards dating back to the previous period. Inside, it preserves some 16th-century paintings, such as the altarpiece portraying the “Vergine col Bambino tra S. Giorgio e S. Girolamo” (Giuliesca School) modeled after a sketch by Giulio Romano kept in the Louvre Museum.