LA PORTA ACCANTO

Conosci

10/03/2022 - LA PORTA ACCANTO

LA PORTA ACCANTO - A NOVELLARA UN ASSAGGIO DEL FESTIVAL DELLA LENTEZZA 2022

Dal 10 al 12 marzo 2022, presso il Teatro della Rocca “Franco Tagliavini” di Novellara (RE), la rassegna “La porta accanto” apre il percorso del Festival della Lentezza attraverso il nuovo anno.
 
Si parte giovedì 10 marzo, alle 10.30, il rapper Murubutu incontra le scuole in “Il migrante ha un solo colore”, dialogo con Pierluigi Senatore, giornalista e direttore di Radio Bruno.
 
Storica figura del Teatro Valdoca, è invece Mariangela Gualtieri a salire sul palco alle 21:00 di venerdì 11 marzo, per portare in scena l’armoniosa partitura ritmica de “Il quotidiano innamoramento”. Intrecciandoli a componimenti del passato, la poetessa romagnola dà voce ai versi della sua ultima fatica letteraria, pubblicata da Einaudi, nel tentativo di generare un bagno acustico tanto privato quanto collettivo.
 
Sabato 12 marzo, alle 10.30, la narrazione e i disegni di Gianluca Foglia “Fogliazza” e le composizioni originali di Emanuele Cappa per oud e chitarra si uniscono in un momento di teatro civile che ripercorre la storia, il pensiero e i viaggi del compianto attivista Vittorio Arrigoni. A seguire, l’incontro con Egidia Beretta Arrigoni. Riservato alle scuole, ingresso gratuito su prenotazione.
 
“Futura umanità – Canti e poesie di libertà e rivolta – dedicato a Mimmo Lucano” è infine il reading-concerto con cui, alle 21:00 di sabato 12 marzo, Mara Redeghieri e il suo trio elettroacustico chiudono questo primo assaggio di Festival della Lentezza.
 
I biglietti degli spettacoli a pagamento sono in prevendita presso il teatro di Novellara (teatro@comune.novellara.re.it - 0522655407), mentre è possibile prenotare gli eventi a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, scrivendo a festivalentezza@gmail.com.
Per partecipare a tutti gli appuntamenti in programma è necessario essere muniti di super green pass e indossare la mascherina FFP2, come da normativa Covid vigente.

GALLERIA

Nei dintorni

teatro della rocca franco tagliavini

Teatro della Rocca Franco Tagliavini


Si da per certa l’esistenza di un’antica sala per le commedie presso la corte dei signori di Novellara fin dalla seconda metà del Cinquecento. In una lettera indirizzata al conte Alfonso I Gonzaga nel 1567 si dice che la ‘scena’ è quasi compiuta e Lelio [Orsi] potrà cominciare a dipingerla. Il 28 gennaio 1568, in occasione delle feste per le nozze del Gonzaga sopra citato, questa sala sarebbe stata inaugurata con una rappresentazione mentre i bellissimi apparati scenici sarebbero stati opera per l’appunto di Lelio Orsi. 

piazza unita italia novellara

Piazza Unità d'Italia


Ampio spazio rettangolare, perimetrato da portici rinascimentali e definito a ovest dall’imponente architettura della parrocchiale, o collegiata di S. Stefano, la piazza è il cuore della vita del paese, punteggiata da botteghe storiche e teatro di feste e mercati. La variopinta decorazione del fronte delle case riprende il progetto originario di Lelio Orsi; la disposizione centrale di aiuole, dissonante con l’aspetto cinquecentesco dell’insieme, è invece coeva alla posa del monumento ai Caduti di Giuseppe Graziosi (1925).