Sala del Consiglio

Conosci

Sala del Consiglio

La Sala ospita gli affreschi liberty di M. Nizzoli. 

 

Marcello Nizzoli, nato a Boretto nel 1887 fu un artista di fama internazionale, soprattutto nel campo del Design e della cartellonistica. L’incarico di decorare la Sala del Consiglio Comunale gli venne affidato nell’anno 1911. Tra le sue opere giovanili, gli affreschi della Sala Consiliare rappresentano un bellissimo esempio dell’arte decorativa di inizio secolo.

Entrando nella sala, la parete ovest ospita le due figure del Padre Eridano e della Madre Cerere; il simbolo del Comune, il gonfalone, sovrasta la porta d’ingresso; la scena delle Baccanti sta a simboleggiare l’alternanza delle umane passioni. Nella parete sud si staglia la figura della Giustizia, recante tra le mani un ramoscello d’ulivo e inserita in una cornice a forma di croce. Appeso al soffitto si può ammirare un lampadario, disegnato dall’artista e realizzato da Renato Brozzi. Il lampadario, in ferro battuto, riassume la cifra stilistica dell’intera decorazione ed esprime il naturalismo raffinato presente nei fregi del soffitto.

 

Nei dintorni